Da vedere

Tra storia e leggenda, tra il verde delle campagne laziali e l’azzurro del cielo e del Mar Mediterraneo, sorge Terracina. Meta turistica rinomata e punto di partenza privilegiato per visitare località come San Felice Circeo e la sua Riserva Naturale, Sperlonga e le isole Pontine (in particolare Ponza e Ventotene), poco distante sia da Roma che da Napoli (100 km circa), Terracina è anche nota per il suo clima particolarmente mite, grazie ai vicini Monti Ausoni che, d’inverno, la riparano dalle correnti d’aria fredde .

La parte alta della città si imposta intorno alla piazza centrale, l’antico Foro Emiliano, centro cittadino dell’epoca romana, conservatosi nei secoli e sede della cattedrale di San Cesareo e del Municipio (Piazza del Municipio). La piazza conserva tuttora l’antica pavimentazione in lastre di calcare (fine del I secolo a.C. – inizi del I d.C.), sulla quale corre l’iscrizione in lettere di bronzo del magistrato locale che ne ordinò la realizzazione (Aulus Aemilius). Il cosiddetto Tempio di Giove Anxur, sito sul prospiciente monte sant’Angelo, è invece un Tempio Romano fondato su un’imponente costruzione del I secolo a.C. Queste sono solo alcune delle affascinanti testimonianze storiche dell’antico passato di Terracina.

ITINERARI

“Terracina e Tempio di Giove Anxur”: visita guidata al centro storico di Terracina.

“Sperlonga e Antro di Tiberio”: visita guidata al museo Archeologico, Villa e Antro di Tiberio e Centro Storico di Sperlonga.

“I giardini della Contessa e Villaggio Fogliano”: visita guidata nel primo giardino dell’area che ha inspirato Ninfa e tanto altro.

“In battello a Villa Domiziano”: visita guidata alla Riserva Integrale delle rovine di Circe.

“San Felice Circeo e la Torre dei Templari”: visita guidata nel Centro Storico.

Nota: tutte le visite sono seguite da Interpreti Ambientali